La Società Cooperativa Sociale “Ventidimare” nasce dall’intento di contribuire alla definizione, costruzione e attivazione di bisogni e servizi territoriali nell’ambito delle politiche sociali. Il gruppo di lavoro è caratterizzato dalla multidisciplinarietà di competenze integrate e dall’impostazione “ecologica” e multidisciplinare al territorio e agli interventi che in esso si inseriscono. Gli obiettivi che si prefigge il gruppo di lavoro possono essere così sintetizzati:

-          promuovere e contribuire allo sviluppo delle politiche sociali territoriali;

-          promuovere processi di comunicazione sociale integrata e partecipata;

-          promuovere, sostenere e accompagnare processi di cittadinanza attiva;

-          rafforzare e sostenere la rete sociale territoriale;

-          promuovere processi di progettazione integrata e partecipata.

Pensiamo al lavoro sociale non come ad un sistema di risposte, ma come un contenitore all’interno del quale si producono significati. Pensiamo al linguaggio come ad un’energia sociale necessaria alla costruzione dei significati. Agire nel campo del lavoro sociale vuol dire agire sulla modificabilità della regola, costruire significati condivisi che possano suggerire alla comunità nuove “partizioni semantiche”, nonché “la ricerca della semplicità che dubita di se stessa”[1] Facciamo riferimento alla parola cambiamento nel senso di:

“cogliere la trasformazione”, di prendere atto di un trascendimento che prescinde dalla volontà di chi lo esperisce. Questa consapevolezza dell’essere pienamente presenti alla relazione di cura è il modo riflessivo di chi comprende di “essere” dentro una pratica piuttosto che “avere” una teoria”.[2]

[1] Sobrero A., in, “Antropologia della città”, Carocci, Roma, 1992.

[2] Di Lernia F., “Ho perso le parole”, La Meridiana, Bari, 2008.