Progetto ideato e realizzato alla XIII edizione del Meeting del Mare 2009 – Marina di Camerota 30, 31 Maggio, 1 Giugno 2009.

De.Ci.Fra.Re l’evento

L’idea della progettazione realizzata nell’edizione 2009 è stata quella di offrire una lettura, in questo senso de.ci.fra.re. l’evento, di quanto accade al Meeting, attraverso un ricerca-intervento che  ha colto le rappresentazioni che i giovani hanno del meeting in quanto evento, la rappresentazione dei processi comunicativi, la rappresentazione del territorio in relazione ai bisogni percepiti.

Ci si è collegati al tema dell’evento, partendo dalle caratteristiche di un’epoca, la società liquida, in cui tutto ci porta all’azione, in cui è sempre più raro e complesso trovare spazi comunicativi, dove anche gli interventi pensati per i giovani diventano impossibili, dal momento che non si fa in tempo a pensarli che le caratteristiche delle culture giovanili sono già mutate. Con il primo assioma della comunicazione umana, Impossibile non comunicare, si è scelto di mettere l’accento su come sia assolutamente impossibile sottrarsi al flusso comunicativo e dunque come, anche senza volerlo, si sia indotti, sempre e comunque, a esprimere qualcosa su di noi, sulla situazione che stiamo vivendo o sulla comunicazione nella quale siamo immersi, insomma siamo inevitabilmente condannati a comunicare.

L’articolazione dell’intervento ha proposto un taglio trasversale all’evento e si è mossa in tre direzioni che si sono integrate e spiegate reciprocamente: una ricerca-intervento effettuata all’interno dell’evento, attraverso la somministrazione di un breve questionario e l’osservazione partecipante; la proiezione di videoclip montati attraverso spezzoni di film evocativi e concepiti come “intervalli” tra le pause di scena; l’ esposizione di vignette Piedi per terra e testa tra le nuvole; infine, i partecipanti sono stati invitati a Comunicare l’Impossibile presso lo stand di Ventidimare attraverso brevi messaggi scritti su post-it.

Il Progetto (pdf da 199 Kb)

Le Azioni